Lamborghini Miura, l’ultima rivelazione è davvero sconvolgente: da non credere

Lamborghini Miura, l’ultima rivelazione è davvero sconvolgente: da non credere quanto accaduto. 

Ogni settimana il Wall Street Journal dedica almeno una storia di carattere puramente narrativo a un’auto straordinaria e al suo proprietario.

Lamborghini Miura Auto e Motori 230219
Jeff Meier a bordo della sua Miura – Auto e Motori

Questa settimana la storia riguarda Jeff Meier, un broker che compra, vende e colleziona automobili e una Lamborghini Miura S del 1969. Una storia d’amore quella tra la Miura e il signor Meier, 62 anni, residente a Los Angeles, che è durata oltre venti anni. Un amore che finalmente si è consumato solo in queste ultime settimane.

Una Lamborghini Miura tra i trattori

Meier nei primi anni 2000 si occupa già di compravendita di auto ad alto livello. Le auto sono la sua passione e la sua ossessione. Quando vede un’auto da collezione, anche se si tratta di strapparla a un rottamatore, ristrutturarla e rimetterla in vendita a costo di rimetterci un sacco di soldi, fa la sua offerta è più forte di lui. Ci sono molte trasmissioni televisive in questi ultimi anni che hanno portato al successo personaggi come lui.

Durante una visita ad alcuni parenti in Oregon a Jeff non sfugge la foto di una macchina arancione attaccata sulla sponda di un frigo in un bar. É una Lamborghini Miura del 1969.

“Non te la vendo…”

Da lì comincia la sua ricerca che si conclude in un polveroso ranch di 800 acri. Al termine di una lunga strada asfaltata deserta delimitata da uno steccato malridotto… Ad aprirgli la porta della proprietà Earl, un signore  ormai anziano. É lui il proprietario della Miura. Parcheggiata nel garage della tenuta accanto a un vecchio trattore. É perfetta, impolverata e immobile sotto un telone. Ma perfetta.

“Ho tentato in tutti i modi di convincerlo a vendermela. Per quasi cinque anni. Ma non c’è stato nulla da fare” racconta oggi Jeff Meier.

“Mi aveva raccontato di essere entrato in possesso della Miura quasi casualmente. Uno sfizio. L’auto era il premio di pensionamento di un concessionario di Chicago. Lui aveva un po’ di soldi da parte e se l’era portata nel suo ranch in Oregon. Come fosse un soprammobile. L’aveva guidata per un po’. Poi l’ha tenuta in garage e non la guidava da anni”. La Miura è nella sua versione sportiva, la S. Immatricolata nel 1969. La stessa che hanno comprato attori come Paul Newman, Steve McQueen, personaggi come Bruce Springsteen o Miles Davis. C’è un foto storica della leggendaria fotomodella Twiggy a bordo di una Miura S arancione identica a quella. Ma Earl non la vende.

Lamborghini Miura Auto e Motori 230219
Un dettaglio della Miura S del 1969 – Auto e Motori

Una seconda vita di successo

Earl e Jeff diventano amici, si frequentano fino alla morte del proprietario terriero: nel 2005… “Solo allora i suoi eredi me l’hanno venduta pretendendo il suo prezzo di mercato. Non un dollaro in più. Credo fossero contenti che l’avessi io”.

La Lamborghini Miura di Jeff è identica a quella che vola da un dirupo nel film “The Italian Job” con Charlize Theron. Una dele auto più belle e rivoluzionarie di tutti i tempi che oggi è sulle pagine del Wall Street Journal perché a distanza di sedici anni dal suo ultimo cambio di proprietà – Jeff non l’ha mai venduta nonostante innumerevoli offerte di collezionisti – la vecchia Miura ha vinto il Pebble Beach Concours d’Elegance, uno dei più importanti concorsi di auto da collezione. Che le è valso un articolo con servizio fotografico esclusivo su uno dei giornali più importanti del mondo per una delle rubriche più lette dai collezionisti.

 

 

Impostazioni privacy